Home offerte e convenzioni biglietteria Stagione 2018 2019 informazioni
Home
offerte e convenzioni
biglietteria
Stagione 2018 2019
informazioni
La storia
Schede tecniche
Come affittare
Form di contatt
  
 

 
 
 
fools
 
 
 
 
 

 

sabato 2 febbraio ore 21      domenica  3 febbraio ore 17

 


 

La Compagnia teatrale

Diari di Scena

presenta

 

“Fools”

Favola comica

di

Neil Simon

con

 

 

Regia di

Lorenzo Lombardi

 

Fools è una delle piéce di Neil Simon meno conosciute e rappresentate nel mondo.
Più noto per La Strana Coppia o A Piedi Nudi nel Parco (da entrambe le commedie sono stati tratti, difatti, film di successo); questa piéce del 1981 rappresentava una divertente pausa, un’oasi felice – distante temporalmente e per latititudine dalla realtà quotidiana – da altri lavori “più complicati e pesanti”.

Simon la definiva una “favola comica” che possedeva al suo interno appena un “baluginìo di stupidità” e che ti faceva pensare che da un momento all’altro i personaggi avrebbero cominciato a cantare e danzare, come in un qualsiasi musical di Broadway.

Fools riprende un racconto popolare russo su un villaggio di idioti che Neil Simon riattualizza e rende senza tempo, con arguzia. La storia si svolge nel villaggio ucraino di Kulyenchikov, vittima di una terribile maledizione da ormai duecento anni. Finchè uno Yousekevich non sposerà una Zubritsky, tutti gli abitanti del villaggio vivranno nell’ignoranza.

Un giovane insegnante, assoldato tramite annuncio sul giornale, giunto sul posto si rende conto che la situazione è disperata e non ci penserebbe due volte a risalire sul treno se…se non fosse per la ragazza cui deve fare da precettore, tanto bella e dolce da spingerlo a sfidare la maledizione e giocarsi il tutto per tutto pur di liberare lei e il villaggio dalla condizione che li opprime, ma qualcosa va storto e allora succede che….

A voler rimanere sulla superficie, difatti, Fools potrebbe apparire esile, per lo più una sorta di commediola romantica. Però alla fine ci si può chedere: chi è stupido è infelice? Se si è privati di profondità di pensiero si può godere dell’amore?

Site Map