Home offerte e convenzioni biglietteria Stagione 2018 2019 informazioni
Home
offerte e convenzioni
biglietteria
Stagione 2018 2019
informazioni
La storia
Schede tecniche
Come affittare
Form di contatt
 sono_stato_io_giovannino
 
 

  
venerdì 8 febbraio ore 21

sabato 9 febbraio ore 21   domenica 10 febbraio ore 17

 



Associazione Culturale In Fabula

Presenta

 

“Sono stato io, io Giovannino”

da

Paola Riccora

 

regia e rielaborazione testo di

Vincenzo De Caro

musiche Gigi Ragucci - graphic Work Angelo Codolo
disegno Luci – Daniele Nocciolini 

scene e costumi a cura di Gloria Bivona, Sara D'Uva, 
Giovanna Mastantuoni, Marina Meoni e Valentina Pagni

aiuto regia Claudio Spaggari
assistente alla regia Mimma Delizia
organizzazione Virgina Corsini

con

Valerio Lombardi, Romina Bonciani, Gianmarco Fummo, Luca Palmieri,
Laura Piccirillo, Manuela Sannino, Milena Mammato, Rosaria Musella,
Natale Calabrò, Tommaso Virga 

e con Luigi Ragucci e Michele Cimmino

e la partecipazione straordinaria di Vincenzo De Caro

vocalist Antonella De Angelis

 

Forse non tutti sanno che una donna ha contribuito a rendere famoso Eduardo De Filippo. Si chiamava Emilia Vaglio, in arte Paola Riccora, e nel 1933 scrisse su esplicita richiesta dei De Filippo il testo “Sarà stato Giovannino”. Una commedia divertente, ma dai toni drammatici, specchio di una società borghese da cui Giovannino viene in qualche modo estromesso: perso il lavoro e senza un soldo è costretto a subire le offese e lo scherno dei familiari che, di malavoglia, lo tollerano in casa e lo mantengono. Il prezzo da pagare è alto: trattato con dispregio da tutti, gli vengono affidati i compiti più disparati come se facesse parte della servitù; assunto il ruolo di capro espiatorio, di tutti i disordini e sciagure è ritenuto unico colpevole. La condizione di precarietà, però, consente a Giovannino di distaccarsi da quel suo mondo ipocrita e cattivo, di guardare la realtà e le persone con occhi diversi e con sentimenti più puri.

A seguito del debutto del 2 febbraio 1933 della Compagnia Teatro Umoristico I De Filippo (di cui facevano parte anche Peppino e Titina) al Teatro Sannazaro di Napoli, la commedia fu accolta con grande consenso di critica e di pubblico a Milano e a Roma dando a Eduardo, per la prima volta in un ruolo drammatico, la possibilità di essere acclamato finalmente anche fuori dal circuito campano.

Dopo il successo dello scorso anno di “Fine mese”, prosegue il progetto triennale al Teatro le Laudi di Vincenzo De Caro in omaggio alla commediografa napoletana Paola Riccora, a lungo incomprensibilmente dimenticata. Quest’anno proprio per rendere omaggio al Teatro napoletano, De Caro ha costituito la prima compagnia di soli attori napoletani nella città di Firenze, con i quali inizia con questa commedia una prima collaborazione.

Questa importante operazione di recupero della memoria storico-teatrale è iniziata con il libro “Chiamatemi Paola Riccora”, edito da Ilmondodisuk nel 2016 e scritto da Mariagiovanna Grifi, dottore di ricerca in storia dello spettacolo e diretta discendente della Riccora, che verrà presentato al Teatro Le Laudi nel pomeriggio, prima della prova generale dello spettacolo, il giorno 7 febbraio 2019. Parteciperanno oltre a Mariagiovanna Grifi e Vincenzo De caro, gli Attori della compagnia che leggeranno brani dal libro e lettere scritte da illustri personaggi alla Signora Riccora.

Site Map