Home Organizzazione offerte e convenzioni biglietteria Stagione 2019 2020
Home
Organizzazione
offerte e convenzioni
biglietteria
Stagione 2019 2020
informazioni
La mission
La storia
Perchè Le Laudi
Schede tecniche
Come affittare
Form di contatto
  
                              giovedì 12 marzo presentazione dello spettacolo

          venerdì 13 marzo ore 21   sabato 14 marzo ore 21   domenica 15 marzo ore 17

 

Fuori Scena

Presenta

“Quella sera durante la pioggia”

Liberamente ispirato da “Sera di pioggia” di Paola Riccora

regia di

Vincenzo De Caro

Musiche Gigi Ragucci - Graphic Work Angelo Codolo - Disegno Luci Daniele Nocciolini

Scene Valentina Pagni - Costumi Vincenzo De Caro - foto Lara Romualdi

Aiuto regia Luigi Ragucci - Assistente alla regia Mimma Delizia - Organizzazione Virginia Corsini

con

Romina Bonciani, Leonardo Paoli, Luca Corsi, Rossella Mugnai, Rosaria Musella, Adria Villa, Valerio Lombardi, Gianmarco Fummo, Tommaso Virga

Giunge al terzo anno il progetto “Una commedia all’anno per Paola Riccora” di Vincenzo De Caro in omaggio alla commediografa napoletana incomprensibilmente dimenticata: in scena “Quella sera durante la pioggia” dalla commedia “Sera di pioggia” che fu interpretata da Paola Borboni nel 1938.

Il Teatro Le Laudi ospita questo terzo lavoro, dopo il successo di “Riccora per Viviani: Fine mese” (2018) e “Sono stato io, io Giovannino” (2019), appoggiando e sostenendo l’operazione di recupero della memoria storico-teatrale iniziato con il libro “Chiamatemi Paola Riccora”.

Protagonista Elena (Romina Bonciani), donna “sedotta e abbandonata” che cresce da sola la sua bambina e riesce a realizzarsi anche economicamente. Al centro della commedia ci sono la forza e il coraggio di questa donna che vive la maternità non come frutto del peccato e della seduzione ma come dono di Dio. La maternità per Elena è, infatti, una sorta di rivalsa, dopo una vita vissuta di sacrifici e rinunce, e la presenza di questa figlia la riempie completamente di gioia. Non c’è dolore per la mancanza di un uomo accanto, anzi, c’è grande appagamento che deriva dall’amore incondizionato.

Paola Borboni, attrice eccentrica e ironica, aveva subito amato questo personaggio e aveva apprezzato la grande modernità dell’autrice che, in controtendenza con i tempi, raccontava con delicatezza e semplicità la storia di una “ragazza madre” evidenziando l’amore per la figlia e non lo scandalo e la vergogna di essere caduta nella trappola della lussuria.

In seguito alla messinscena di “Sera di pioggia” tra la Borboni ed Emilia nacque una lunga e preziosa amicizia che durerà fino alla morte della drammaturga nel 1976; nelle lettere scritte alla Riccora l’attrice si firmava “la tua ammiratrice”.





 
Site Map